Catalogo prodotti


Nuovi dati sul rimpatrio delle riserve auree tedesche | 2015-02-25

Nuovi dati sul rimpatrio delle riserve auree tedesche

Da un articolo di Björn Schöpe apparso nella newsletter tedesca “CoinsWeekly” del 19 febbraio e che prende spunto da una nota stampa ufficiale della Bundesbank: “Fin dall’inizio della crisi economica, Berlino si è dimostrata molto attenta nella gestione delle riserve auree del paese.Dopo tutto, la Germania con le sue oltre 3.300 tonnellate possiede il secondo stock al mondo, seconda solo agli U.S.A., e circa il 40 per cento è conservato a New York, presso la Federal Reserve Bank, mentre il resto come a Parigi e Londra”.

L’accumulo di tali, imponenti quantità d'oro risale prevalentemente all'epoca prima del “Wirtschaftswunder”, il miracolo economico tedesco, ossia agli anni ’50-‘60. Durante la Guerra Fredda, inoltre, essere in possesso di forti riserve auree all'estero, lontano dalla Cortina di ferro, era considerato un elemento di stabilità e sicurezza, perché l'oro poteva essere scambiato con valuta estera in qualsiasi momento. Da allora, tuttavia, molte cose sono cambiate: non esiste più il pericolo di una invasione russa e, dopo l'introduzione dell'euro, è diventato quasi impossibile acquistare valuta estera a Parigi. Ecco perché proprio dalla capitale francese verranno riportate in Germania tutte le 300 tonnellate di oro tedesco che vi sono attualmente custodite. Le 438 tonnellate di oro che sono stoccate a Londra, invece, non sembra che saranno movimentate. Per quanto riguarda, infine, le 1.500 tonnellate d'oro detenute a New York, i piani prevedono che circa 300 dovranno essere rispedite in Germania. Il tutto, entro il 2020.

A seguito di una serie di articoli apparsi sulla stampa tedesca e di alcune interrogazioni parlamentari, la Bundesbank ha dunque avviato il rimpatrio dell’oro nazionale quasi a voler affermare: “Il nostro oro è ancora lì, e appartiene a noi”. Le riserve auree, del resto, non rivestono alcun ruolo attivo nella politica economica della Germania; appena 5-6 tonnellate d’oro vengono vendute ogni anno dalla Banca centrale tedesca (peraltro, al Ministero delle Finanze) e il metallo viene impiegato per il conio di monete commemorative. Per approfondire, anche leggi l’ampio articolo di Peter Boheringer in “BloombergBusiness” a questo indirizzo.



Iscriviti alla Newsletter

d

Quotazione Oro
Bolaffi Gold Fixing

 USD GBP EUR
Oz 1.705,67 1.387,76 1.549,35
Gr 54,84 44,62 49,82
Agg. alle ore 15:00 GMT del 27/03/2020


Quotazione Oro
LBMA Gold Price

 USD GBP EUR
Oz 1.624,44 1.321,68 1.475,57
Gr 52,23 42,50 47,45
Agg. alle ore 15:00 GMT del 27/03/2020



Acquistiamo Oro da investimento